Come essere un big retailer nel 2018

DOPO NRF 2018, CUSTOM PRESENTA IL SERVER TELEMATICO PER IL PUNTO CASSA

L'utilizzo della tecnologia per comprendere meglio i clienti e creare un'esperienza ideale in-store e online è stato uno dei temi principali a NRF 2018: Retail's Big Show di NYC e rappresenta il cuore dell'evoluzione di settore prevista per il 2018.
Con 36.5k visitatori, 18k retailer, 7.5k aziende e più di 700 espositori provenienti da 107 paesi nel mondo, NRF 2018: Retail's Big Show è stato anche quest'anno il punto d'incontro delle nuove offerte e tendenze del mercato retail globale. Esperienze su misura, personalizzazione e coinvolgimento del cliente sono state le parole chiave dell'evento e oggi rappresentano i concetti che stanno condizionando la trasformazione del settore, sempre più orientato al digitale nonostante il persistente primato del punto vendita fisico.

Cosa sta succedendo nel retail e come si può essere un big retailer nel 2018?

Secondo il report "Global powers of retailing" di Deloitte, l'intero settore del retail ha registrato una crescita del 4,8% negli anni 2011-2016, crescita che coinvolge non solo i maggiori operatori americani (Wal-mart, Costco, Kroger), ma anche grandi aziende italiane.
Coop Italia con 13.042 mln $; Conad con 12.345 mln $; Esselunga con 7.644 mln $ e Eurospin con 5.144 mln $ si posizionano rispettivamente alla 72esima, 78esima, 131esima e 187esima posizione nella classifica dei 250 maggiori operatori mondiali stilata da Deloitte, dimostrandosi in grado di reggere il confronto internazionale proponendo strategie innovative, senza per forza declassare il negozio fisico. 
Queste realtà sono infatti protagoniste della nuova strategica tendenza focalizzata sulla creazione di esperienze in-store uniche e interessanti, capaci di rigenerare la percezione del punto vendita, soprattutto se accompagnate da operazioni di innovazione tecnologica, basate su integrazioni e automazioni dei processi di vendita.

CUSTOM SERVER RT

Tra le soluzioni innovative e integrate, capaci di rivoluzionare il modo di gestire il punto vendita, Custom presenta il primo server telematico per le barriere di cassa: un prodotto hardware di elevate prestazioni dedicato all'invio telematico dei corrispettivi, secondo gli ultimi requisiti normativi legati alla legge 127/2015 e alla conseguente abrogazione dei commi 429 a 432 dell'articolo 1 della legge 311/2004 prevista per il 31 Dicembre 2018. Un vero e proprio prodotto specializzato per i big retailers e non un adattamento di un registratore di cassa telematico alle funzioni di server RT.

CUSTOM SERVER RT, questo il nome scelto dal Gruppo Custom che ha ricevuto il Provvedimento di Approvazione a Dicembre 2017 dall'Agenzia delle Entrate. Diverse le soluzioni innovative: un hardware specializzato costituito da una "black box" facilmente integrabile nel back office del punto vendita e gestibile come una qualsiasi periferica in rete locale, grazie al suo web server integrato con l'obiettivo di mantenere elevati standard di sicurezza richiesti dal networking dei punti vendita DO/GDO. Anche il processo delle stampe obbligatorie per normativa, come il giornale di fondo e la memoria fiscale, risultano semplici ed efficaci, garantendo la possibilità di utilizzare normali stampanti consumer già presenti nella rete locale dei punti vendita. Un hardware potente e sicuro, adatto anche a barriere con oltre 64 punti cassa. CUSTOM SERVER RT è sviluppato attraverso l'utilizzo delle più innovative tecnologie degli standard legati ai sistemi di pagamento elettronico.

CUSTOM SERVER RT ha anche il primato di essere stato certificato come primo hardware fiscale italiano che non utilizza più il "piombo fiscale", oggi sostituito da un sigillo digitale elettronico.

Contattaci scrivendo a info@custom.biz per avere maggiori informazioni su CUSTOM SERVER RT.

Pubblicato il 31/01/2018 in Notizie