I punti vendita del futuro

LE TENDENZE E L'EVOLUZIONE DEL RUOLO DEL NEGOZIO

Negozio: locale destinato all'esposizione e alla vendita di merci al pubblico. Questa definizione pare corretta, ma in realtà il negozio del terzo millennio non si può più limitare alle funzioni espositive e di vendita.

Il punto vendita rimane per il consumatore globale e italiano un luogo importante nel processo d'acquisto, dove trovare gratificazioni istantanee, toccare con mano i prodotti e provarli eliminando da subito eventuali dubbi, godere del supporto del personale per essere indirizzati verso la scelta più giusta. Ci teniamo a non sprecare e investiamo il nostro tempo in una scelta oculata accettando, anzi, cercando consigli.

I dati 2015 nel campo Retail&Consumer rivelano che ormai il 60% dei consumatori si può definire "digitale", ma nonostante questo cambiamento assistiamo a un fenomeno di longevità del mercato off-line in cui pare che ben il 70% dei consumatori faccia ricerche online, per poi concludere l'acquisto in negozio.

I punti vendita, quindi, resistono alle scosse del cambiamento, ma sorge la necessità di una loro completa rivoluzione: devono diventare, anche grazie all'innovazione tecnologica, luoghi dove non soltanto si ottengono risultati di vendita, ma si costruisce una relazione con un cliente fidelizzato.

Il futuro del negozio è la continua innovazione tecnologica. Gli obiettivi sono principalmente due: il primo riguarda il miglioramento dell'efficienza del processo di acquisto, il secondo coincide col dare valore all'esperienza di acquisto, rendendola il più piacevole e interessante possibile.

Ma ad oggi, quali tecnologie disponibili possono migliorare la "consumer experience"?Nonostante la digitalizzazione degli utenti, a livello globale c'è ancora molta diffidenza tra i consumatori a concludere i propri acquisti su un dispositivo smartphone. Il pensiero comune rimane comunque che diventerà il metodo di pagamento preferito in futuro, per cui la sfida degli operatori del settore dovrà essere quella di sfruttare le opportunità di questo strumento, cavalcando il graduale avvicinamento del cliente tipo.

Per ora, l'interesse sembra essere focalizzato su funzionalità che portino convenienza, come le applicazioni che possono suggerirgli promozioni o offerte personalizzate. A questo segue il desiderio di avere la possibilità di controllare rapidamente e direttamente da negozio la disponibilità del prodotto in altri punti vendita o online; poter usufruire del free Wi-fi con semplicità d'accesso; utilizzare casse self-service; ricevere informazioni aggiuntive di prodotto grazie a QR-Code ed essere seguiti da personale addetto alla vendita preparato per assistere al meglio il cliente nel pagamento (anche non alla cassa) e per mostrare tempestivamente validi prodotti alternativi.

Le tendenze da perseguire sono molteplici e riflettono la necessità di un nuovo modello di strategia aziendale. Quel che è certo è che le tecnologie esistenti consentono appieno di impostare un nuovo scenario basato sull'ottimizzazione della "consumer experience", per dare al consumatore il più alto grado di soddisfazione nel processo di acquisto.

Pubblicato il 22/01/2016 in Trend

Condividi
linkedin
facebook
twitter
whatsapp
email